Fotografie di parole (per Giorgio)

Il discorrere con te
è un pò follia,
l'accompagnarti in questo labirinto
mi nutre e mi sorprende.
Instancabile capace di magie
pieghi il legno al movimento
ed il vento sai creare.

Talking to you
is a bit like madness,
with you in this maze
who feeds and never fails to amaze.
Tirelessly working your magic
you bend the wood to your will
and the wind to your wishes

Giampiero Gelmi



Giorgio Rastelli nasce a Milano nel 1940. Frequenta Brera ed altre scuole d'arte. Dal '64 espone in varie gallerie italiane ed estere. Dopo una iniziale ricerca tra il formale e l'informale, Rastelli approda con l'uso del legno a nuove soluzioni figurative, protagonista la figura femminile.
Nel '78, per il Centro Scolastico di Pantagliate, realizza il "Giardino incantato" e nel '79 installa una scultura-gioco il "Rinoceronte" studiata per il Comune di Reggio Emilia. Nel '85 Rastelli incomincia a inserire il colore sulle sculture per sottolineare la dinamicità.
Nel '92 studia e realizza il mosaico "Tuffatrice" per la piscina interna al palazzo seicentesco "Villa Albera" (Crema).
Nel '97 inserisce nella collezione Geo Camponovo (Chiasso) un'importante installazione "Donne nel cielo".
Nel '99 sperimenta l'utilizzo del bronzo policromo per una fontana-scultura studiata per una piazza di Follonica. Nel 2001 Rastelli realizza la sua più grande opera scultorea, la "Balena", per il Museo Geologico di Castell'Arquato. Le sue opere sono presenti alla Fondazione Seibu di Tokyo, al Museo della fotografia di Hannover, al Museo di Crema e al Museo del Castello di Zavattarello. Vive e lavora nella campagna piacentina.

Giorgio Rastelli was born in Milan in 1940. He attended Brera Academy and ther art schools. He has exhibited in various Italian and international galleries since 1964. Initially, he was interested in both formal and informal patterns, finally he came to new art essays, mainly woodwork, centred on feminine figures.
In 1978, he realised the "Magic Garden" for the school district of Pantigliate, near Milan; in 1979, he set up the "Rhinoceros", a sculpture-plaything whose project was approved by the city authority of Reggio Emilia. In 1985, Rastelli started using paints on his sculptures, in order to impress movement.
In 1992, he set to the project and making of the pool in a court of "Villa Albera", a 17th century building in Crema.
In 1997, he delivered a considerable setting, called "Women in the Sky", for the Geo Camponovo Collection in Chiasso.
In 1999, he used for the first time polychrome bronze for the fountain-sculpture designed for a town square at Follonica. In 2001, Rastelli made his most impressive sculpture work called "the Whale" for the Natural History Museum at Castell'Arquato. His works are also exhibited in Tokyo at the Seibu Foundation, in Hannover at the Photography Museum, at the Town Museum of Crema and at the Zavattarello Castle Museum. He lives and attends to his work in the Piacenza countryside.

 


1998 Galleria Rosso Tiziano Arte, Piacenza


1998 Auditorium F.Cavalli, Crema

2001 Castello di Zavattarello


2004 Galleria Arte Comunale "Ex Pescheria" Cesena


2001 Museo Geologico, Castell'Arquato

2003 International Energy Forum, Rimini

2002 Prima scuderia Castello di Vigevano

2005 Icas Vaiano Cremasco, Cremona


2003 Installazione Musei Civici, Vigevano

2006 Galleria Rosso Tiziano Arte, Piacenza

2005 Musei e Palazzi storici Castell'Arquato